Spedizione gratuita ALPHA 4520 WATTMETRO ROSMETRO PROFESSIONALE 5000W QRO COME NUOVO

ALPHA 4520 WATTMETRO ROSMETRO PROFESSIONALE 5000W QRO COME NUOVO

Codice Prodotto: ALPHA4520

Disponibilità: In magazzino

Prezzo: € 749,00

ALPHA 4520
WATTMETRO ROSMETRO PROFESSIONALE 5000W QRO COME NUOVO
Grandissima precisione, strumento ANALOGICO di GRANDI dimensioni unito a strumento digitale, lettura PeP, e lettura potenza riflessa

QRP A QRO. I nostri Wattmetri possono misurare da 200 milliwatt a 5 kilowatt, da 160 metri a 10 metri rapidamente! Mostrano sia SWR che POWER allo stesso tempo!

 Nota: questo testo è comune all'intera linea di wattmetri della serie Alpha 4500.

Il misuratore di potenza RF ad alta frequenza serie Alpha 4500 è un dispositivo da laboratorio in grado di misurare e visualizzare la potenza trasmessa diretta, la potenza riflessa, la potenza erogata e l'SWR a livelli di potenza continuamente variabili. I modelli 4510 e 4520 sono modelli da 3 kilowatt e 5 un'interfaccia seriale e sono dotati di un pannello frontale completamente funzionante che include un display digitale e un movimento del misuratore analogico multiuso. Il misuratore 4510 può variare da 0 a 3 kilowatt utilizzando nove gamme da 200 milliwatt (-7dBW) a 3 kilowatt (+ 34,8dBW) a fondo scala, mentre il misuratore 4520 può variare da 0 a 5 kilowatt utilizzando le stesse nove gamme da 10 watt a 5 kilowatt fondo scala. Prova la facilità d'uso con i nostri wattmetri della serie 4500. Misura senza sforzo Potenza e SWR su un'ampia gamma di frequenze senza bisogno di acquistare, installare, o giocherellare con le lumache per ottenere una lettura. Inoltre, i nostri wattmetri sono molto precisi su un'ampia gamma di livelli di potenza, bande di frequenza e temperatura.

Il wattmetro è altamente automatizzato e include circuiti per proteggere l'unità da anomalie di funzionamento tipiche. Il wattmetro determina automaticamente la direzione del flusso di corrente, consentendo ai connettori coassiali del pannello posteriore di essere collegati in modo intercambiabile tra sorgente RF (trasmettitore) e carico (antenna). I connettori coassiali normalmente forniti sono di tipo UHF (ad esempio, si accoppiano con spine PL-259) ma sono sostituibili sul campo se si preferisce un tipo di connettore diverso (BNC o tipo N) o se i connettori vengono danneggiati.

Il wattmetro è in grado di visualizzare simultaneamente il livello di potenza in uscita del trasmettitore nel display LED a sette segmenti, oltre a potenza riflessa, SWR o potenza diretta nel display del misuratore analogico. La potenza di uscita del trasmettitore può essere visualizzata come potenza diretta o potenza erogata (potenza diretta meno potenza riflessa).

I due modelli di wattmetro riportano tutte le misurazioni come dati in streaming attraverso la porta seriale situata sul retro dell'unità, consentendo così la registrazione dei dati in tempo reale delle prestazioni della stazione. Il wattmetro è progettato per funzionare attraverso il segmento di frequenza da 1,8 MHz a 30 MHz. I livelli di uscita RF riportati dal wattmetro sono compensati in temperatura e frequenza per migliorare la precisione. La potenza di uscita del trasmettitore (come potenza diretta o come potenza erogata) viene continuamente visualizzata utilizzando la lettura LED a sette segmenti, e avanti, riflessa e SWR vengono selezionate individualmente e visualizzate utilizzando il misuratore analogico.

Il wattmetro è progettato per passare automaticamente tra nove diversi intervalli di potenza, consentendo una deflessione del misuratore analogico e una precisione di visualizzazione ottimali. In alternativa, con il semplice tocco di un interruttore, è possibile selezionare individualmente uno qualsiasi dei nove intervalli di potenza specifici dal pannello anteriore e il display del misuratore analogico "bloccato" in tale intervallo di potenza. Per riportare lo strumento alla modalità automatica è sufficiente premere un interruttore.

Come protezione incorporata, se la potenza applicata supera la lettura di fondo scala quando l'unità è impostata su un livello di potenza di uscita selezionato, non si verificherà alcun danno al misuratore analogico.

Il wattmetro viene fornito con un alimentatore a ingresso universale (100-240 V CA, 50-60 Hz) che fornisce all'unità una sorgente CC a 12 Volt. È protetto internamente dall'inversione di polarità e dai transitori di ingresso CC che non superano i 16 Volt. Dopo la rimozione della fonte di alimentazione CC, il movimento del misuratore analogico viene automaticamente cortocircuitato. L'unità dispone anche di un maggiore smorzamento del misuratore che consente una risposta rapida del misuratore durante il normale funzionamento. Queste caratteristiche riducono anche la probabilità di danni al contatore durante il trasporto.

Leggi la  recensione di qst 4510
Gordon Hardman ha scritto un articolo per la newsletter di novembre 2010:

Calibrazione dei wattmetri presso RFC

Gordon Hardman

 Misurare con precisione la potenza RF è un affare complicato, per usare un eufemismo. Farlo accuratamente in un misuratore, come l'AP4510, che può essere venduto a un prezzo ragionevole e utilizzato in un tipico locale radiofonico per anni è ancora più complicato. Una delle chiavi dell'affidabilità dell'AP4510 e degli altri della famiglia è l'attenta calibrazione a cui ogni metro è sottoposto durante la produzione. Mentre stavamo smontando e spostando la configurazione di produzione per i wattmetri RF Concepts nella nostra nuova posizione la scorsa settimana, mi è stato ricordato questo e ho pensato che varrebbe la pena condividerne un po 'con voi.

La potenza, definita come la velocità di svolgimento del lavoro, non è una grandezza fondamentale, come l'energia, che può essere riferita ad un unico standard fondamentale. La cosa migliore che si può fare di solito è usare un proxy, come la temperatura, per confrontare una lettura di potenza con un'altra. In molti misuratori pratici da utilizzare nelle misurazioni della potenza radio, è davvero la tensione che viene misurata. Poiché conosciamo l'impedenza del sistema in cui viene effettuata la misurazione della tensione (spesso 50 ohm), la potenza può essere dedotta dalla misurazione della tensione.

Il cuore della serie di misuratori 4510 è un robusto accoppiatore direzionale costruito in strip line in un circuito stampato a quattro strati. Questo accoppiatore è progettato per mantenere la sua alta direzionalità (capacità di discriminare tra potenza diretta e riflessa) nel tempo. I bracci accoppiati sono terminati con resistori ad alta stabilità e la tensione attraverso questi resistori è quella misurata dallo strumento. La tensione RF viene trasformata in CC utilizzando rilevatori logaritmici ad ampia gamma dinamica. Inoltre, un campione della tensione RF sul braccio "passante" dell'accoppiatore viene utilizzato per stimare la frequenza della potenza applicata ad esso. Questi sono tutti digitalizzati dal microprocessore RF (è presente anche un secondo micro “display”).

In un wattmetro più semplice, ci sarebbe generalmente una sola regolazione per calibrare il sensore di potenza a una particolare potenza e frequenza. Questo sarebbe il caso, ad esempio, del venerabile wattmetro Bird 43. Se vuoi calibrare, ad esempio, il sensore “2-30 MHz 2,5kW”, dovresti scegliere la potenza e la frequenza a cui vuoi farlo. Se fatto con cura, la potenza in questo punto di calibrazione potrebbe essere "accesa". Ad altre potenze e frequenze, dovresti fare affidamento sul design di base dello strumento per ottenere una lettura che sia accurata quanto il progettista potrebbe farla. Non è possibile compensare errori dovuti a non linearità nel rivelatore, errori dovuti a diversi fattori di accoppiamento a frequenze diverse e, infine, nessuna compensazione per errori dovuti a variazioni di temperatura. Il 4510 compensa tutto questo,

La serie 4510 è specificata su un ampio intervallo di frequenza (1,8-30 MHz), un ampio intervallo di potenza (da 300 mW a 3.000 W) e nell'intervallo di temperatura da -25 a + 65 ° C. Ogni metro è calibrato per determinare un insieme di coefficienti che costituiscono la base delle correzioni matematiche che vengono applicate alle letture effettuate dal micro. Questo potrebbe essere un formidabile insieme di dati se fosse sotto forma di una tabella a ogni combinazione di frequenza, potenza e temperatura. Fortunatamente, questo non è necessario. È stato determinato che una serie di cosiddetti polinomi del quarto ordine è sufficiente per trasformare una serie di letture grezze di tensione, temperatura e frequenza in una misura estremamente accurata di potenza diretta, potenza riflessa e SWR. Una ventina di coefficienti sono sufficienti per descrivere questi polinomi. I coefficienti sono determinati in due fasi durante la produzione.

Il primo passo è la calibrazione della frequenza. Dopo essere stata assemblata e sottoposta a un test funzionale di base, ogni scheda RF è collegata a una configurazione di test automatizzato da computer (CAT). Un generatore di segnale controllato da computer applica l'alimentazione a una porta della scheda e all'altra è collegato un misuratore di potenza preciso con un'interfaccia per computer. Il computer comunica con il micro sulla scheda RF tramite la sua interfaccia seriale. Il computer CAT passa da 1800 kHz a 29700 kHz a passi di 100 kHz e registra le letture di potenza in avanti e riflessa. Questi dati vengono memorizzati in un file.

The second step is frequency compensation. In this test, a group of six boards are placed in a temperature chamber, and again the CAT computer controls everything. The temperature of the boards is first taken down to -25C. Once their temperature (as reported via their own individual on-board sensors) has stabilized, then the readings from all the boards are recorded in files. Two different power levels are recorded here, since one of the major effects we are measuring is the drift of the log detectors intercept point with temperature, and a minimum of two measurements are needed to determine this. The temperature is then increased in steps up to a high of +65C, and measurements are recorded along the way.

Il terzo passaggio consiste nel "sgranocchiare" tutti questi dati e distillarli fino ai venti coefficienti necessari a ciascuna tavola quando fa parte di un metro. Questi dati di calibrazione vengono memorizzati in un altro file su uno dei computer CAT. Per evitare che tutti questi file si confondano, utilizziamo un numero di serie elettronico univoco (ESN) che otteniamo utilizzando uno specifico sensore di temperatura che ha un codice univoco incorporato in esso. Tutti i file per una particolare scheda hanno questo ESN come parte del loro nome file.

Il quarto e ultimo passaggio consiste nel caricare i coefficienti nel tabellone. Anche in questo caso, il computer CAT si assicura che l'ESN della scheda di destinazione corrisponda al nome del file dei coefficienti e passa i dati tramite la porta seriale alla scheda RF. Lì viene memorizzato in una EEPROM non volatile e la calibrazione è completa.

Utilizziamo questo processo da molti anni e lo abbiamo trovato abbastanza affidabile. L'apparecchiatura viene pulita, ricalibrata e installata nella nostra nuova sede, quindi la produzione di wattmetro continuerà lì con gli stessi standard elevati della vecchia sede.

Gordon

Documentazione

Manuale Wattmetro Alpha 4510/4520 ALPHA_4500_SERIES_USER_GUIDE

Scrivi una recensione

Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Punteggio: Negativo Positivo

Inserisci il codice nel box di seguito:

iscriviti alla newsletter